Blog

Come ottenere la cittadinanza italiana

01 Set 2017 - Categoria: Burocrazia
Passaporto e bandiera italiani

La cittadinanza è lo status con il quale l'ordinamento giuridico del paese riconosce la totalità dei diritti e doveri, civili e politici, dell'individuo che la possiede.

La cittadinanza italiana si può ottenere in 2 modi: automaticamente o su richiesta.

Automaticamente, nei seguenti casi:

Per nascita (ius sanguis): è il caso dei nati da genitori italiani, che acquistano la cittadinanza per discendenza. In questo gruppo entrano anche gli stranieri nati in territorio italiano da parte di genitori apolidi o ignoti.

Per adozione: se il minore viene adottato da un genitore che possiede la cittadinanza italia. Se l'adottato fosse maggiorene, potrà richiederla dopo un periodo di residenza in Italia di 5 anni successivi al momento dell'adozione.

La cittadinanza si può richiedere nel caso di:

Stranieri nati in italia (ius soli): quando lo straniero è nato in territorio italiano da genitori con regolare permesso di soggiorno, potrà richiedere la cittadinanza italiana al compimento dei 18 anni, sempre e quando possa dimostrare di aver riseduto in Italia in modo ininterrotto. Affinché si presenti questa condizione, il richiedente potrà presentare la sua domanda di cittadinanza solo entro il compimento del 19º anno d'età.

Matrimonio: i coniugi stranieri, o apolidi, di cittadini italiani possono richiedere la cittadinanza dopo 2 anni di residenza legale in Italia o passati 3 anni dalla data del matrimonio nel caso dei residenti all'estero (tali tempo si dimezzano nel caso che i coniugi abbiano figli).

La richiesta, che deve essere compilata sulla pagina web del Ministero dell'Interno, deve essere completa della seguente documentazione:

  • Marca da bollo di 16,00 €. 
  • Atto di nascita del richiedente con la relativa traduzione all'italiano. 
  • Certificato penale del paese di origine (e degli altri eventuali paesi di residenza) con relativa traduzione.
  • Fotocopia del permesso di soggiorno in Italia. 
  • Originale del versamento di euro 200,00 di tasse amministrative. 
  • In caso di apolide e rifugiato politico: copia del documento che ne attesta il riconoscimento.

Naturalizzazione: gli stranieri legalmente residenti in Italia possono richiedere la cittadinanza dopo 10 anni di residenza nel caso di stranieri extracomunitari, 5 anni per gli apolidi o rifugiati e 4 anni per i cittadini comunitari. Inoltre è necessario non avere precedenti penali e dimostrare di possedere un reddito minimo negli ultimi 3 anni stabilito in 8.263,31 € per ogni anno.

Anche in questo caso la domanda dovrà essere presentata attraverso la pagina web del Ministero dell'Interno con i seguenti documenti:

  • Marca da bollo di € 16,00. 
  • Certificato di nascita del richiedente con la relativa traduzione all'italiano.
  • Certificazione penale del paese di origine (e degli altri eventuali paesi di residenza) con relativa traduzione.
  • Fotocopia del permesso di soggiorno in Italia.
  • Modelli fiscali relativi ai redditi annui degli ultimi 3 anni.
  • Ricevuta del versamento di euro 200,00 di tasse amministrative

Una volta che la pratica verrà verificata, la Prefettura si riserva il diritto di convocare l'interessato per la presentazione della documentazione originale. Il processo di ottenimento della cittadinanza italiana può durare dai 2 ai 5 anni.

Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni..