Blog

Reddito di cittadinanza per stranieri: che cos’è?

03 Gen 2022 - Categoria: Blog /
reddito cittadinanza stranieri

Se sei straniero e hai un permesso di soggiorno, anche tu puoi chiedere il reddito dicittadinanza previsto dal Governo italiano. Il reddito di cittadinanza è una misura economica che esiste dal 2019 in Italia, per contrastare la povertà, offrire un aiuto economico immediato e per permettere l'ingresso nel mondo del lavoro.

È previsto, con importi complessivi variabili, non soltanto per chi non ha lavoro, ma anche come sostegno economico per chi vive in affitto e per chi ha una casa di proprietà e ha acceso un mutuo. Ma quali sono i requisiti? Come si fa per ottenerlo? Scopri tutte le informazioni di seguito.

In questa pagina parleremo di:

  • A chi è destinato il reddito di cittadinanza
  • I requisiti economici per gli stranieri extracomunitari
  • Quanto è il reddito di cittadinanza
  • Dove rivolgersi per il reddito di cittadinanza
  • Richiesta reddito di cittadinanza: l’iter per ottenerlo

A chi è destinato il reddito di cittadinanza?

In base all'articolo 2 del Decreto del Reddito di Cittadinanzatutti i cittadini italiani, gli stranieri residenti nell'Unione Europea e quelli extra comunitari possono fare richiesta per il sussidio. I requisiti economici sono gli stessi sia per i cittadini italiani che per quelli stranieri, mentre cambiano i requisiti di residenza e soggiorno.

Il reddito di cittadinanza può essere chiesto da:

  1. Chi ha 18 anni compiuti ed è un cittadino italiano o dell’Unione Europea, oppure da un suo familiare che ha il diritto di soggiorno o il diritto di soggiorno permanente;
  2. Straniero extracomunitario che ha il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Il reddito di cittadinanza per gli stranieri extracomunitari: i requisiti economici

I requisiti economici per chiedere il reddito di cittadinanza sono uguali per gli stranieri che soddisfano i requisiti di residenza e per gli italiani. Ecco quali sono:

L’ISEE

L’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, valuta e confronta la situazione economica delle famiglie. È il principale indicatore per ottenere agevolazioni sociali ed economiche, e comprende anche i redditi del lavoro e le eventuali proprietà, come la casa in cui si vive. Per fare richiesta del reddito di cittadinanza, è richiesto il valore ISEE dell'anno precedente alla domanda e l'importo totale deve essere inferiore a 9.360€.

Il patrimonio immobiliare e immobiliare

Il patrimonio immobiliare e il patrimonio immobiliare sono due valori che determinano il calcolo dell' ISEE. Il patrimonio immobiliare comprende terreni, fabbricati e case di proprietà del nucleo familiare di chi richiede il reddito. Per richiedere il reddito di cittadinanza,questo valore non deve superare i 30.000€.

Il patrimonio mobiliare invece, comprende i soldi posseduti dal nucleo familiare di chi fa la richiesta. Comprende quindi ad esempio investimenti, buoni postali, obbligazioni, azioni e i conti correnti postali o bancari di tutte le persone che fanno parte del nucleo familiare.

Per richiedere il reddito di cittadinanza, il patrimonio mobiliare non deve superare i 6.000€. Questo importo aumenta di 2.000€ per ogni componente del nucleo familiare, fino a 10.000€. Inoltre, aumenta di 1.000€ per ogni figlio successivo al secondo e di altri 5.000€ in più per ogni familiare che ha una disabilità grave.

Reddito di cittadinanza: i Paesi extra UE a cui è richiesta una documentazione aggiuntiva

Il decreto attuativo del reddito di cittadinanza prevede un elenco di paesi per cui è richiesta una documentazione patrimoniale aggiuntiva. I cittadini di questi paesi devono portare una documentazione legalizzata e tradotta in italiano del patrimonio immobiliare che possiedono all'estero.

Ecco quali sono:

  • Regno del Bhutan;
  • Repubblica di Corea;
  • Repubblica di Figi;
  • Giappone;
  • Regione amministrativa speciale di Hong Kong della Repubblica Popolare Cinese;
  • Islanda;
  • Repubblica del Kosovo;
  • Repubblica del Kirghizistan;
  • Stato del Kuwait;
  • Malaysia;
  • Nuova Zelanda;
  • Qatar;
  • Repubblica del Ruanda;
  • Repubblica di San Marino;
  • Santa Lucia;
  • Repubblica di Singapore;
  • Confederazione Svizzera;
  • Taiwan;
  • Regno di Tonga.

Gli stranieri extracomunitari che non sono originari di questi paesi, possono invece fare domanda senza la documentazione aggiuntiva.

Qual è l'importo previsto dal reddito di cittadinanza per gli stranieri?

Il reddito di cittadinanza è un beneficio economico composto da due strumenti diversi. Uno serve per integrare il reddito familiare, e l'altro dedicato offre un sostegno per il canone di affitto o il mutuo. Se sei proprietario di casa e hai acceso un mutuo, anche in questo caso puoi fare richiesta del reddito di cittadinanza.

In tutti i casi, l'importo complessivo del reddito di cittadinanza non può superare i 780 € al mese, cioè 9.360 €all'anno.

Dove si chiede il reddito di cittadinanza?

La domanda di reddito di cittadinanza può essere presentata in tre modalità:

Richiesta reddito di cittadinanza: l’iter per ottenerlo

La richiesta del reddito di cittadinanza prevede un iter con tre fasi.

La prima fase, preliminare, prevede la compilazione della domanda per il reddito di cittadinanza secondo una delle modalità previste e l'invio all’INPS.

La seconda fase, intermedia, prevede l'analisi da parte dell'Inps di tutta la documentazione, ed eventualmente dell'accettazione della richiesta.

La fase avanzata, l'ultima, prevede l’accettazione della domanda e l'attivazione del sostegno mensile.

Il reddito di cittadinanza viene erogato ogni mese, intorno al 27, tramite una carta prepagata PostePay, consegnata direttamente a chi ne ha fatto richiesta.

La ricarica è automatica e permette di prelevare una somma mensile agli sportelli automatici di qualsiasi banca e delle poste, oltre che di fare acquisti e pagamenti di base, come la spesa quotidiana al supermercato e le utenze domestiche.

La carta del reddito di cittadinanza è accompagnata da un PIN di 5 cifre per prelievi e pagamenti ma non è abilitata per gli acquisti online e a distanza: cioè, non si può usare su internet.

Invia e ricevi un bonifico all’estero con Small World

Con Small World puoi ricevere e inviare denaro alla tua famiglia all’estero, attraverso il sito o con la nuova app.

Il primo trasferimento è sempre gratuito e il denaro può essere ritirato presso un partner autorizzato, a domicilio, oppure con un bonifico bancario sul conto corrente.



Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni..