Blog

Eid al Adha: cos’è e quando si festeggia la festa musulmana del sacrificio

09 Feb 2022 - Categoria: Blog /
eid aladha

Dall’Indonesia alla Turchia passando per i paesi del Medio Oriente, ogni anno i musulmani festeggiano una ricorrenza fondamentale per la loro religione: Eid al-Adha, la festa del sacrificio. Per i credenti, questa ricorrenza simboleggia la devozione totale ad Allah, è una festa di fede ed è un’occasione per ritrovarsi con le famiglie oltre che per mettere in pratica la carità, distribuendo cibo ai poveri.

Questa festa è dedicata alla rievocazione del sacrificio di Abramo. Come si festeggia, qual è il suo significato e quando cade? Scopri in questa guida tutti i dettagli.

In questa pagina parleremo di:

  • Che cos’è Eid al- Adha
  • Il significato religioso di Eid al- Adha
  • I rituali previsti per Eid al- Adha
  • Come si celebra Eid al- Adha

Che cos’è Eid al- Adha ?

Insieme al Ramadan e a Eid al-Fitr, la festa islamica di Eid al- Adha è un’importante ricorrenza religiosa dei musulmani. Questa ricorrenza è nota anche come la “Festa del Sacrificio” ed è festeggiata da oltre un miliardo di persone nel mondo, con cinque giorni di preghiere, riunioni, elemosina e momenti di convivialità con famiglia e amici.

La Festa del Sacrificio si celebra ogni anno al decimo giorno dell’ultimo mese lunare del calendario islamico, Dhu l-Hijja. Assume particolare importanza perché in questo stesso mese è previsto il Hajj, il pellegrinaggio alla Mecca, obbligatorio per tutti i musulmani praticanti almeno una volta nella vita. Si tratta quindi di un pilastro dell’Islam insieme alla professione di fede, al digiuno del Ramadan, all’elemosina e alle cinque preghiere quotidiane.

Perché si chiama la festa del sacrificio?

Qual è la vera spiegazione di Eid al Adha? La festa prende il nome dal sacrificio di Abramo, un episodio presente sia nel Corano che nella Bibbia, in cui Dio mette alla prova Abramo chiedendogli di uccidere il suo unico figlio, Ismaele.

Nel momento in cui Abramo alza la mano per tagliare la gola al figlio, Dio manda l’Arcangelo Gabriele a fermargli la mano, e gli chiede poi di sacrificare un montone al posto del figlio. Per questo motivo, durante Eid al- Adha vengono sacrificati agnelli, montoni, pecore o camelidi, per rievocare il sacrificio e chiedere perdono a Dio.

Ma questa festa non è soltanto sacrificio: sono giorni dedicati alle visite ad amici e parenti, allo scambio di regali e un intenso periodo di preghiera. Infine, in questi giorni di festa, tutti indossano i loro abiti migliori o ne comprano per l’occasione.

I rituali previsti per Eid al- Adha

L’evento centrale della festa è quindi l’uccisione, in base alle disponibilità economiche, di ovini, caprini, camelidi o bovini, secondo precisi rituali e regole. Tra queste, ogni famiglia deve uccidere un animale adulto e integro secondo il rituale halal, cioè con lo sgozzamento e il dissanguamento. Inoltre, la carne deve essere divisa in tre parti.

Una parte va condivisa con la famiglia, una parte conservata per amici e parenti e una parte deve essere data ai bisognosi. Nello specifico, l’animale deve essere macellato da un uomo adulto e in stato di purità legale. È sufficiente una pecora o una capra per ogni famiglia, mentre sette famiglie possono sacrificare un cammello o una mucca.

Il significato religioso di Eid al Adha

L’uccisione del “capro espiatorio”, presente anche in altre religioni monoteiste, e la rievocazione del Sacrificio di Abramo sono per i musulmani eventi carichi di valore simbolico e religioso. Nell’episodio del sacrificio di Abramo, infatti Dio chiede di uccidere il montone e di distribuirlo alla gente.

Il senso di questa celebrazione per i musulmani è quindi non tanto il sacrificio di un animale ma la condivisione della sua carne con i meno fortunati. La condivisione del cibo e l'offerta ai poveri simboleggiano lo scambio di esperienze e favoriscono la pace. Le celebrazioni religiose per questa festa prevedono una preghiera aggiuntiva alle cinque previste durante la giornata, che si recita alle 7 di mattina in gruppo nelle moschee oppure in famiglia per chi non può recarsi nelle moschee.

Come si celebra Eid al- Adha nei vari Paesi?

I giorni di Eid al -Adha sono all’insegna della felicità e dell’altruismo. Dopo la preghiera del mattino, i musulmani fanno colazione in famiglia, e i riti prevedono anche visite a parenti e familiari anziani, regali ai bambini e folle che si riversano per strada, con musica e festeggiamenti, spettacoli e decorazioni.

Negli Emirati Arabi, le famiglie preparano i piatti della tradizione ed è possibile assistere anche a spettacoli pirotecnici. In Turchia, dove la festa si chiama Kurban Bayramı, il Festival del Sacrificio, le famiglie trascorrono del tempo insieme e si riuniscono per i piatti tradizionali, come la zuppa turca, contorni a base di bulgur e dolci.

La moschea di Sarajevo

Ma questa festa tanto importante, oltre ad essere celebrata dalle comunità islamiche di tutto il mondo, è presente anche in Paesi più vicini all’Italia, come quelli dell’Europa dell’est. In Bosnia-Erzegovina, ad esempio, i musulmani sono oltre metà della popolazione e celebrano l’Eid al- Adha con preghiere mattutine nelle moschee di tutta la nazione.

Tra queste, la moschea più grande, Gazi Husrev-beg, si trova a Sarajevo e spesso trasmette in diretta televisiva la preghiera centrale della giornata dedicata al sacrificio. In questa occasione, rispetto ad altri paesi, però, la maggior parte delle scuole e degli uffici resta aperta, ma i musulmani possono chiedere dei giorni di festa.

Invia e ricevi un bonifico con Small World

Con Small World puoi ricevere e inviare denaro dall’Italia, attraverso il sito o con la nuova app.

Il primo trasferimento è sempre gratuito e il denaro può essere ritirato presso un partner autorizzato, a domicilio, oppure con un bonifico bancario sul conto corrente.



politica dei cookies.

Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni.