Blog

Qual è la valuta di Cuba?

07 Lug 2021 - Categoria: Blog /
Moneta cubana

Lo sai che Cuba ha sempre avuto due monete diverse in circolazione? Fino al 31 dicembre 2020, Cuba aveva in circolazione due valute ufficiali: il CUP, peso comune, e il CUC, il peso convertibile. Dal primo gennaio 2021, come annunciato da Raul Castro nel 2013, invece, l’unica moneta ufficiale di Cuba è il CUP.

Ma quali sono le differenze tra le due valute? Perché questo cambiamento? Scopri tutte le caratteristiche e la storia della moneta a Cuba in questa pratica guida.

In questa pagina parleremo di:

  • La doppia valuta a Cuba
  • La storia del peso cubano
  • Il CUC e il CUP
  • I tassi di cambio attuali e le caratteristiche della moneta ufficiale

CUP e CUC: la doppia valuta di Cuba

Il sistema della doppia valuta è stato realtà a Cuba dal 1994 al 2020. Con il CUP, il peso comune, si pagavano gli stipendi dei dipendenti pubblici, e questa moneta era quella utilizzata per fare la spesa e per acquistare i prodotto e i servizi di prima necessità (carne, pane, frutta, verdura).

Il CUC, il pesos convertibile, era invece utilizzato per pagare i lavoratori del settore turistico e per acquistare prodotti, merci e servizi di lusso o comunque costosi, e beni di importazione. Vi erano importanti differenze però, oltre che nella possibilità di utilizzo, anche nel valore.

Il CUP che oggi è stato abolito era agganciato al valore del dollaro statunitense, e quindi ne seguiva il potere di acquisto e il cambio: un CUC valeva un dollaro USA. Il CUC invece, che oggi è diventata l’unica moneta nazionale di Cuba, valeva molti di meno. In media, infatti, erano necessari 25 CUP per comprare un CUC.

La storia delle monete di Cuba

Il primo peso cubano è stato emesso a Cuba nel 1857, in banconote. Nel 1915 sono state poi emesse le prime monete. Il valore del peso cubano è rimasto fino al 1959 uguale a quello dei dollari. Con la presa di potere di Fidel Castro, in quel periodo, il peso cubano ha poi perso rapidamente il suo valore e il suo potere d’acquisto a causa della crisi con gli Stati Uniti, che ha determinato l’embargo e di conseguenza il blocco dell’esportazione di zucchero da Cuba.

Le nuove alleanze poi con l’Unione Sovietica hanno mantenuto una certa stabilità, fino al crollo dell’URSS che ha determinato un crollo del peso: nel 1991, ad esempio, erano necessari 125 pesos cubani per 1 dollaro.

CUC e CUP: come sono nati?

Il sistema di questa doppia valuta è stato introdotto nel 1994 sull’isola dopo il crollo dell’URSS. Cuba ha affrontato una crisi economica molto grave perché all’improvviso ha perso gli acquirenti principali dei suoi prodotti, il governo dell’Unione Sovietica appunto.

Il governo cubano ha tentato di arginare la crisi consentendo, oltre alla moneta ufficiale, anche la circolazione del dollaro statunitense. In seguito, per evitare di far aumentare troppo il valore del dollaro, il governo cubano ha sostituito il dollaro con una moneta nazionale, il CUP appunto, con lo stesso valore.

In questo modo stranieri e turisti potevano cambiare le loro monete con CUP, pagando una tassa. Il governo cubano aveva così dollari e altre valute forti. Il governo controllava inoltre gli importatori, che utilizzano il CUC per ottenere dollari in cambio: in questo modo le importazioni erano più convenienti.

Per un lungo periodo, quindi i cubani potevano utilizzare entrambe le monete, CUC e CUP, per fare acquisti nei negozi, utilizzando anche le carte AIS, che sono disponibili in varie tipologie. I turisti, invece, usavano esclusivamente il CUC.

Una storia di disuguaglianze sociali

La presenza della doppia valuta vera però diversi problemi e disuguaglianze sociali. Ad esempio, i lavoratori del settore turistico, privato, ricevevano i pagamenti in CUC, mentre i dipendenti pubblici, come ora, venivano pagati in CUP.

La differenza tra le due valute è sempre stata molto alta, al punto che un semplice cameriere, con le mance dei turisti, poteva guadagnare anche fino a sette stipendi di un dipendente del governo cubano.

Le conseguenze dell’adozione della moneta unica a Cuba

L’unificazione della valuta fa parte di una serie di riforme previste dal governo cubano che fanno parte di una riforma più ampia legata alla modernizzazione di tutto il paese. Il peso cubano ha oggi un tasso di cambio variabile come tutte le altre monete, ed è prevista una forte svalutazione, in particolare nei Rossi del dollaro. Vi saranno dei probabili aumenti di prezzi di tutte le merci e un aumento dell’inflazione.

Chi possiede i CUC, inoltre, ha sei mesi di tempo per convertirli in CUP, e nel frattempo il CUP avrà una progressiva perdita del potere d’acquisto. Per arginare in parte questi problemi, le misure del governo cubano prevedono l’aumento delle pensioni e degli stipendi statali fino a 5 volte, un controllo sui prezzi, e interventi economici per le aziende del settore turistico.

I tassi di cambio e le caratteristiche del peso cubano oggi

Oggi Cuba ha una sola moneta ufficiale, il CUP, Peso Cubano. È anche definito con la sigla MN, Moneda Nacional. Il codice di questa valuta negli uffici di cambio è CUP. La moneta è emessa dalla Banca Centrale di Cuba e prevede banconote in tagli da 1, 3, 5, 10, 20, 50, 100, 200, 500, e 1000 e frazioni, i centavos, in monete: 1, 5 e 20 centavos e da 1 e 3 pesos.

Ecco una panoramica media tasso di cambio del peso cubano con le principali valute internazionali al momento in cui scriviamo (luglio 2021):

  • peso cubano -euro: 1 euro = 28,92 CUP
  • peso cubano- dollaro: 1 dollaro USA= 24 CUP
  • peso cubano -sterlina: 1 sterlina britannica = 33,89 CUP
  • peso cubano -yen: 1 yen giapponese = 0,22 CUP

La moneta di Cuba e i metodi di pagamento nel Paese

A Cuba i pagamenti in contanti sono la modalità più diffusa, sia nei negozi che negli alberghi e nei ristoranti. È possibile cambiare In ogni caso sono accettate le principali carte di credito, come Visa e MasterCard, e le carte di debito abilitate all’estero, come quello dei circuiti Cirrus e Maestro.

È possibile utilizzare queste carte per i principali servizi turistici, come ad esempio il noleggio di auto e scooter, le escursioni, i villaggi, e anche per i prelievi automatici presso gli sportelli ATM delle banche per prelevare valuta locale.

È possibile anche portare gli assegni turistici (Traveller’s Cheques), ma è prevista una commissione per l’incasso e non sono accettati da tutte le banche e gli hotel. I locali utilizzano inoltre la Carta Ais nelle sue varie tipologie per comprare prodotti e servizi.

Si tratta di una carta di debito ricaricabile, senza commissioni, che vale un anno e che permette a chi si trova all’estero di inviare denaro a parenti, amici e familiari a Cuba in modo semplice e veloce.

Perché scegliere Small World?

  • Puoi prelevare contanti oltre 250.000 località in tutto il mondo
  • Hai a disposizione svariati metodi di consegna per i contanti
  • Oltre 15 milioni di clienti soddisfatti nel mondo
  • I tuoi trasferimenti di denaro sono sicuri e garantiti
  • Hai l’affiancamento costante da parte del servizio clienti

Per inviare denaro a Cuba, ti basta una semplice registrazione che richiede pochi minuti. Registrati su https://www.smallworldfs.com/it/inviare-soldi/cuba.

Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni..