Blog

Che cos’è una carta di credito e come è fatta?

27 Ott 2021 - Categoria: Blog /
carta credito

In questa pagina parleremo di:

  • Come funziona la carta di credito
  • Qual è il numero della carta di credito
  • Quanto costa avere una carta di credito
  • Come scegliere la carta di credito giusta per te
  • Come si richiede una carta di credito

La carta di credito è uno strumento che ti consente di pagare, a distanza e nei negozi, e di prelevare agli sportelli automatici. Se devi inviare denaro all'estero, ad esempio ai tuoi familiari, in alcuni casi puoi utilizzare anche la tua carta di credito per il trasferimento.

Si tratta di una scheda di plastica con un chip e una banda magnetica che sulla parte davanti (fronte) contiene il nome e il cognome del titolare, il numero della carta, il nome della banca che l’ha emessa, e la scadenza. Alcune carte hanno anche la fotografia del titolare.

Sul retro della carta trovi il codice di sicurezza di tre cifre, il CVV, che serve per autorizzare i pagamenti a distanza, ad esempio via internet.

Come funziona la carta di credito?

Per richiedere una carta di credito bisogna essere titolari di un conto corrente. Infatti, la carta viene rilasciata da un istituto bancario o dalle poste per fare acquisti, pagamenti e prelievi.

I pagamenti e i prelievi sono addebitati sul conto corrente di solito entro i primi 15 giorni del mese successivo all’operazione. Quindi, la carta di credito si può usare per comprare qualcosa anche se in quel momento non ci sono soldi disponibili sul conto. Ecco perché si chiama carta di credito.

Inoltre, quando compri qualcosa con la carta in negozio, non è richiesto il PIN come può succedere invece per le carte di debito. Per questo motivo, ti potrebbe essere richiesto un documento d'identità per conferma.

Le carte di credito si dividono in due tipologie:

  • Carte di credito a saldo: l'importo di acquisti e prelievi è addebitato in un’unica soluzione il mese successivo;
  • Carte di credito revolving: l’importo è suddiviso in rate, comprensive di interessi, da pagare ogni mese successivo a quello dell’operazione.

Qual è il numero della carta di credito?

Il numero della carta di credito può avere da 13 a 16 cifre: si trova sulla parte anteriore della carta e identifica in modo univoco la carta e il suo titolare. Il primo numero della carta di credito identifica la società che la emette:

  • 3: Diners Club e American Express
  • 4: Visa
  • 5: MasterCard
  • 6: DiscoverCard

Inoltre, ciascun istituto emittente ha una lunghezza definita del numero della carta:

  • Visa e MasterCard: 16 cifre
  • American Express: 15 cifre
  • Diner's: 14 cifre

Ecco come sono composte le altre cifre della carta di credito:

  • Dalla seconda alla sesta sono i numeri identificano la banca emittente
  • Dalla settima in poi è indicato il conto corrente del titolare.

Quanto costa avere una carta di credito?

A differenza del bancomat, la carta di credito ha quasi sempre dei costi. Ecco quelli principali.

L’attivazione

La carta di credito si riceve al proprio indirizzo con raccomandata assicurata. La maggior parte delle carte deve essere attivata dal titolare con una telefonata al servizio clienti della banca: solitamente questo servizio è gratuito, in altri casi prevede un pagamento.

Il canone annuo

Nella maggior parte dei casi le carte hanno un canone annuale fisso, cioè un costo per possedere la carta, anche se esistono promozioni che prevedono l’offerta di carte di credito senza costi di canone né di attivazione.

Le spese di invio estratto conto

L’invio dell’estratto conto cartaceo, mensile, trimestrale o annuale, ha un costo: per evitarlo, ti consigliamo di richiedere l’invio dell’estratto conto tramite email o di consultarlo tramite internet banking o la app della carta di credito.

Le commissioni sui cambi

Quando usi la carta di credito per acquisti e pagamenti all’estero, in genere sono applicate commissioni sul cambio della valuta.

Il prelievo di contanti

Per prelevare i contanti con carta di credito allo sportello ATM, devi inserire il codice PIN a 4 cifre che viene inviato, sempre al tuo indirizzo, in un momento successivo alla ricezione della tua carta.

Il prelievo di contanti nella maggior parte dei casi ha una commissione, che può raggiungere anche il 4%. Da che cosa dipende questo costo? Il prelievo è considerato come un anticipo di contante, perché puoi prelevare denaro anche se in quel momento non hai soldi sul conto.

La sostituzione o la riemissione della carta

Se blocchi la carta, per furto o per smarrimento, non ci sono costi. Però, spesso è previsto un costo per la riemissione e l’invio del duplicato. Sono previsti dei costi anche se richiedi il duplicato di una carta smagnetizzata o rovinata.

Come scegliere la carta di credito giusta per te?

Se hai deciso di richiedere una carta di credito, ti consigliamo di considerare il modo in cui la usi e il budget che hai a disposizione. Le carte di credito sono indispensabili ormai per fare acquisti a distanza o nei punti di vendita fisici e per prelevare contanti, ma è importante considerare i costi. Per questo motivo, scegli la carta di credito solo se prevedi di utilizzarla in modo continuativo.

Ecco a che cosa prestare attenzione.

  • Verifica i costi

Richiedere una carta di credito online piuttosto che presso lo sportello della filiale della banca presso cui si ha il conto corrente spesso è molto più economico, perché le banche prevedono offerte e promozioni sul web.

  • Verifica i pagamenti e la sicurezza

Scegli una carta con le ultime innovazioni tecnologiche in tema di pagamenti e di sicurezza. Ad esempio, carte che prevedono servizi di alert per ogni movimento effettuato con la carta.

Come si richiede una carta di credito?

Per richiedere una carta di credito devi essere titolare di un conto corrente presso la banca o la posta. Puoi fare la richiesta compilando un modulo online, sul sito web della banca, inviandolo per posta, oppure puoi chiederla direttamente allo sportello.

Tra i documenti richiesti per avere la tua carta di credito, dovrai presentare la fotocopia di codice fiscale e documento di identità, e di un documento che attesti un reddito fisso. Ad esempio, la dichiarazione dei redditi se sei un commerciante, e la busta paga e il contratto di lavoro se sei un lavoratore dipendente. L’ultimo requisito, fondamentale, è l’analisi della posizione del cliente nella cosiddetta Centrale dei Rischi della Banca d’Italia.

La Centrale dei Rischi è un database che contiene le informazioni sull’affidabilità dei clienti: ad esempio, eventuali debiti per mutui e prestiti. In caso di esito positivo, la carta si riceve entro 15 giorni lavorativi.

La carta viene inviata direttamente al tuo domicilio, e deve essere attivata tramite un numero verde. In un secondo momento ricevi un codice PIN di 4 cifre che ti permetterà di prelevare denaro agli sportelli ATM in Italia e all’estero.

Invia e ricevi un bonifico con Small World

Con Small World puoi ricevere e inviare denaro anche tramite la carta di credito, attraverso il sito o con la nuova app.

Il primo trasferimento è sempre gratuito e il denaro può essere ritirato presso un partner autorizzato, a domicilio, oppure con un bonifico bancario sul conto corrente.



Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni..