Blog

Qual è il costo della vita in Thailandia?

22 Mar 2022 - Categoria: Blog /
costo vita thailandia

Con oltre 69 milioni di abitanti e una forza lavoro che supera i 38 milioni, la Thailandia è la seconda economia più grande del sud est asiatico e un paese decisamente in crescita grazie al turismo, alle riforme statali e agli investimenti esteri.

L’ottimo cibo, la presenza di infrastrutture e il basso costo della vita hanno reso da molti anni la Thailandia una delle mete preferite non soltanto dai turisti ma anche da nomadi digitali, backpackers, lavoratori e pensionati stranieri. È utile anche considerare che la moneta ufficiale, il baht, corrisponde a circa 0,030 euro: un cambio conveniente per chi ha una pensione o uno stipendio in euro.

Dal colorato fascino di Bangkok alle spiagge da sogno di Phuket, molti pensionati e imprenditori si trasferiscono qui: almeno 10.000 italiani vivono in questo Paese. Quanto costa la vita in Thailandia e qual è il budget ideale? Se hai deciso di lavorare in Thailandia o di andarci con la pensione, ecco tutte le informazioni utili.

In questa pagina parleremo di:

  • Vivere in Thailandia con 500 euro al mese
  • Vivere in Thailandia da pensionato
  • Il costo della vita a Pattaya
  • Il costo della vita a Phuket

Vivere in Thailandia con 500 euro al mese: è possibile?

Rispetto all’Italia, in Thailandia il costo della vita è davvero basso. È possibile vivere dignitosamente in Thailandia anche con 500 euro, affittando ad esempio un monolocale nelle zone più periferiche delle città, mangiando cibo locale e acquistando prodotti e servizi non importati.

Il governo thailandese prevede infatti delle maggiorazioni sui prezzi dei beni esteri. Un esempio? Un’auto di marca Toyota, prodotta qui, costa almeno il 30% in meno rispetto a una Fiat o una Ford. Se hai deciso di andare a lavorare in Thailandia, sappi poi che ci sono trattamenti diversi per gli stranieri e i locali. Ad esempio, molte professioni sono vietate agli stranieri per proteggere il tasso di occupazione locale.

Se invece hai deciso di andare a vivere in Thailandia come nomade digitale, le città e i meravigliosi paesaggi esotici potrebbero essere la scelta giusta per te.

Il costo degli affitti e delle utenze in Thailandia

Gli affitti in centro città, in particolare a Bangkok, sono decisamente più cari. In media, un appartamento con una camera in centro costa poco più di 320 euro, mentre in periferia si scende a meno di 200 euro.

Le utenze mensili, che comprendono acqua, luce e gas, hanno un costo per due persone di circa 27 euro. La connessione internet, che raggiunge in media i 60 mbps, costa circa 20 euro al mese.

Il costo dei trasporti e dei divertimenti in Thailandia

Spostarsi con i mezzi pubblici ha un costo basso in Thailandia: un biglietto di sola andata per l’autobus costa circa 0,80 euro, e l’abbonamento mensile è di circa 32 euro. Per spostarsi in taxi, si parte da una tariffa di 0,95 euro, mentre il costo della benzina è molto conveniente rispetto all’Italia, con una media di 0,88 al litro.

Per quanto riguarda il costo del cibo, la Thailandia è rinomata per il suo delizioso street food e per i piatti locali, preparati a tutte le ore sia per strada che nei locali caratteristici. Un pad thai, o una zuppa, consumati per strada costano meno di due euro. Se invece si decide di andare al ristorante, il prezzo medio per due persone è di 12 euro, mentre una cena in un ristorante di lusso non supera i 21 euro a persona. Cocktail e superalcolici sono abbastanza costosi, soprattutto nei locali frequentati dagli stranieri. Il nostro consiglio? Bere birra locale e i deliziosi centrifugati e succhi di frutta fresca locale.

Quanto costa fare la spesa in Thailandia?

Premesso che si può risparmiare davvero tanto facendo la spesa nei mercati locali e sulle bancarelle, esistono anche punti vendita e supermercati in cui acquistare prodotti esteri.

Quanto costa il cibo in Thailandia? Ecco una panoramica dei prezzi:

  • 1 kg di carne rossa: 8,88 €
  • 1 kg di pollo: 1,99 €
  • 1 litro di latte: 1,51 €
  • 500 g di pane: 1,15 €
  • 12 uova: 1,50 €
  • 1 kg di riso: 1,07 €
  • 1 kg di formaggio locale: 14,22 €
  • 1 kg di mele: 2,39 €
  • 1 kg di pomodori: 1,17 €

Vivere in Thailandia da pensionato

Considerato il basso costo della vita, vivere in Thailandia con una pensione italiana può essere una buona idea. L’assistenza sanitaria è di buon livello e molti pensionati occidentali si sono trasferiti qui.

È necessario, però, sottoscrivereun’assicurazione sanitaria internazionale: ha un costo di circa 800 euro all’anno e permette di risparmiare davvero tanti soldi, soprattutto se si considerano i costi sanitari: chiamare un’ambulanza può costare anche 500 euro, mentre un’operazione chirurgica può avere dei costi da 5.000 a 25.000 euro.

Il costo della vita a Pattaya

Pattaya si trova a 148 km da Bangkok ed è una delle città thailandesi più frequentate dagli stranieri, per turismo e per lavoro. Tra movida, hotel di lusso e auto di grossa cilindrata, Pattaya è perfetta per il divertimento e l’intrattenimento, e per questo motivo il costo della vita è più alto rispetto alle altre città della Thailandia. L’affitto di un monolocale ha ad esempio un costo mensile di oltre 460 euro, mentre acquistare un piccolo appartamento in centro ha un costo superiore ai 126.000 euro.

Il costo della vita a Phuket

Phuket, l’isola più grande della Thailandia, è immersa in una baia dai riflessi verdi e circondata da spiagge bianche. Phuket è una meta da sogno per chi sceglie di vivere in Thailandia. Qui i prezzi sono più bassi rispetto alla media di Bangkok e la grande presenza di mercatini e venditori ambulanti rende conveniente la gran parte degli acquisti.

La spesa più alta da considerare per Phuket riguarda l’affitto. Un piccolo appartamento in un condominio, ad esempio, ha un costo di circa 400 euro al mese, e una connessione internet con fibra da alta velocità costa circa 17 euro al mese.

Invia e ricevi un bonifico dalla Thailandia con Small World

Con Small World puoi ricevere e inviare denaro anche se ti trovi in Thailandia, attraverso il sito o con la nuova app.

Il primo trasferimento è sempre gratuito e il denaro può essere ritirato presso un partner autorizzato, a domicilio, oppure con un bonifico bancario sul conto corrente.




politica dei cookies.

Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni.