Blog

Tassi di cambio: da cosa dipendono e come calcolarli

27 Lug 2021 - Categoria: Blog /
Tassi di cambio

Se sei in viaggio per lavoro o per turismo, o se ti trovi in Italia e devi inviare denaro all'estero alla tua famiglia, è importante sapere che cosa sono i tassi di cambio e come calcolarli. Queste informazioni ti aiuteranno a conoscere il valore effettivo del denaro che hai in tasca.

In questa pagina parleremo di:

  • Che cosa sono i tassi di cambio
  • Come si calcolano i tassi di cambio
  • Che cosa influenza i tassi di cambio
  • Da chi sono decisi i tassi di cambio

Che cosa sono i tassi di cambio?

Il tasso di cambio, anche definito valore di conversione, indica quanta valuta puoi comprare con un'altra valuta. Vediamo ad esempio i tassi di cambio euro dollaro.

Se per comprare 1 € ti servono 1,08 $, il tasso di cambio tra l'euro e il dollaro è 1,08; cioè, 1 € equivale a 1,08 $. Il tasso di cambio ti permette quindi di conoscere il rapporto con cui puoi scambiare una valuta con un'altra. I tassi di cambio determinano sempre il rapporto tra una coppia di valute, di cui la prima viene definita valuta principale, mentre la seconda si definisce valuta quotata.

Tassi di cambio fissi e variabili: le caratteristiche e i vantaggi

Le autorità monetarie di un paese, quindi ad esempio le banche centrali come la Banca d’Italia, stabiliscono se la propria valuta abbia un tasso variabile, anche chiamato fluttuante, o un tasso fisso.

I tassi di cambio variabili determinano un'oscillazione del valore di una valuta rispetto ad un'altra in base alla domanda e all'offerta di mercato, cioè il valore cambia liberamente. Ad esempio, rispetto al dollaro, l'euro e la sterlina hanno un tasso di cambio variabile. Tra i vantaggi di un tasso di cambio variabile vi è quello di equilibrare in modo automatico la bilancia dei pagamenti, e in questo modo le esportazioni possono essere più concorrenziali.

I tassi di cambio fissi prevedono invece che il rapporto tra due valute resti costante nel tempo, e quindi le banche centrali dei rispettivi paesi fissano dei valori minimi e massimi per il cambio tra le due valute.

Per mantenere il tasso di cambio fisso, le autorità monetarie di questi paesi effettuano interventi di politica monetaria acquistando o vendendo la valuta in modo frequente per cambiarne il valore.

Tra i vantaggi dei tassi di cambio fissi vi è la possibilità di favorire le esportazioni, perché il valore della moneta nazionale rispetto alle altre è stabile nel tempo.

La maggior parte dei paesi ha tassi di cambio variabili, ma vi sono alcuni che sono ancorati ai tassi fissi, come il Venezuela nei confronti del dollaro.

Come si calcolano i tassi di cambio?

Prima di calcolare il tasso di cambio tra una valuta e un'altra bisogna partire dalla quantità di denaro che si deve cambiare. Ad esempio, se devi inviare del denaro a un tuo parente in un altro paese, stabilisci prima la cifra totale da trasferire. In secondo luogo, si può utilizzare unconvertitore online per trovare il tasso di cambio della valuta che verrà cambiata. I tassi di cambio variano di minuto in minuto: ti consigliamo di verificarlo il giorno stesso in cui devi fare il trasferimento.

Coppia di valute euro-dollaro: un esempio.

Supponiamo che, nel momento in cui scriviamo, il convertitore indica che per 1 € servono 1,8 $. Questo dato indica che per comprare 1 € sono necessari 1.8 $. Se volessimo comprare o inviare all'estero 1.000 €, dovremmo fare una semplice moltiplicazione:

1000×1,8 = 1.800 dollari necessari.

Che cosa influenza i tassi di cambio?

I tassi di cambio sono influenzati da fattori economici, dalle decisioni delle banche centrali degli altri paesi, da situazioni politiche, e dalla domanda di mercato.

I fattori più importanti che determinano i tassi di cambio.

  1. Politica monetaria: nel nostro paese, ad esempio, i tassi di cambio euro con altre monete sono determinati dalle decisioni prese dalla Banca Centrale Europea. Queste decisioni possono riguardare ad esempio il tasso di interesse. Se la Banca Centrale Europea aumenta i tassi di interesse, maggiori investitori acquisteranno l'euro, e perciò il tasso di cambio aumenterà.

  2. Inflazione: se un paese ha un tasso di inflazione che si mantiene basso nel tempo, la sua valuta avrà un potere d'acquisto superiore rispetto alle altre. E, invece, in caso di inflazione più alta, la valuta di questo paese avrà un valore inferiore rispetto alle altre.

  3. Stabilità politica: un paese che abbia un andamento economico stabile, ad esempio senza disordini politici, e senza fattori di rischio, è più attraente per gli investitori stranieri, e per questo motivo la sua valuta ha un valore maggiore e un tasso di cambio più alto.

Da chi sono decisi i tassi di cambio?

Nel mondo economico, il mercato monetario si basa sui tassi di interesse, che sono stabiliti principalmente dasei banche centrali. Ecco quali sono.

  1. La Federal Reserve

La Banca Centrale Americana è la più importante del mondo: il 90% degli scambi di valute sul mercato estero si svolge infatti in dollari. La Federal Reserve, abbreviata spesso in Fed, è il principale organo che può influenzare il valore delle valute.

  1. La BCE

In base al trattato di Maastricht, la Banca Centrale Europea stabilisce i tassi di interesse per l'acquisto dell'euro dal 1999. L'obiettivo principale di questa banca è fare in modo che l'inflazione resti sotto al 2%.

  1. La Bank of England

Tra gli istituti bancari mondiali più importanti, la Bank of England ha l'obiettivo di mantenere la stabilità finanziaria e monetaria della sterlina.

  1. La Banca del Giappone

Abbreviata in BoJ, Bank of Japan, questa banca assicura la stabilità finanziaria del Giappone e evita che lo yen sia troppo forte rispetto alle altre valute, perché il Giappone dipende in gran parte dall’export per la propria economia.

  1. La Banca Nazionale Svizzera

Anche questo ente, come la banca del Giappone, ha interesse nel mantenere il tasso di cambio del Franco stabile, per favorire le esportazioni.

  1. La Banca del Canada

L'obiettivo della principale della Banca del Canada è di mantenere l'inflazione del dollaro canadese tra 1 e 3%.

Invia denaro con Small World

Con Small World puoi inviare denaro a parenti, e familiari all’estero, con la tua valuta locale e attraverso il sito o attraverso la nuova app. Il primo invio è sempre gratuito e chi riceve l’importo può prelevarlo nella sua valuta locale presso un partner autorizzato, a domicilio, tramite bonifico bancario o con una ricarica telefonica.

E non dimenticare che, se ti trovi all’estero, puoi ricevere denaro in modo molto comodo con Small World, beneficiando del tasso di cambio favorevole.

Usiamo cookies e altri strumenti di analisi che ci aiutano a capire come viene utilizzata la nostra pagina web e a creare una miglior esperienza adattata ai nostri clienti. Al selezzionare "Accettare", confermi l'uso che facciamo dei cookies. Puoi cambiare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni..